News
Disdetta polizza infortuni conducente: cosa sapere

Disdetta polizza infortuni conducente: cosa sapere

04/Febbraio/19

Disdetta polizza infortuni conducente: cosa sapere

La disdetta polizza infortuni conducente è un argomento che interessa tantissimi automobilisti. In particolare infatti si tratta di un tipo di polizza molto popolare che presenta però delle caratteristiche abbastanza specifiche.

Quello che ci interessa analizzare in questo articolo è cosa sia la polizza infortuni conducente e in che modo sia possibile disdirla.

Prima di proseguire lo sapevi che è possibile confrontare le migliori offerte per quanto riguarda la RCA e i finanziamenti auto? Clicca sul Comparatore Finauto.eu e cerca il Finauto Point più vicino a te dove poter confrontare le migliori offerte in maniera totalmente gratuita.

Cos’è?

La prima cosa che ci interessa capire è cosa sia la infortuni conducente e chi riguardi nello specifico.
Si parla di un tipo di polizza, abbinata alla RCA, da considerare come una sorta di assicurazione sulla vita a tutti gli effetti, pensata per tutelare in tutto e per tutto il guidatore.

In che senso?

La polizza infortuni conducente prevede un risarcimento per i conducenti coinvolti in un incidente, sia in caso di torto, che per cause fortuite.
Ti renderai conto che si tratta di un tipo di polizza molto conveniente per i guidatori in quanto hanno la possibilità di essere risarciti anche nel caso in cui causino un incidente o addirittura nel caso in cui vi sia un incidente fortuito.

Compreso questo possiamo capire meglio in che modo sia possibile eseguire una disdetta polizza infortuni conducente.

Disdetta

Come detto quello che ci interessa capire è in che modo avvenga una disdetta polizza infortuni conducente. La prima cosa da chiarire a riguardo è che la RCA e la infortuni conducente sono due polizze le quali, solitamente, sono stipulate in maniera totalmente indipendente.

Questo vuol dire che non risultano legate l’una con l’altra ma sono completamente slegate tra di loro. In teoria tale aspetto rappresenta un vantaggio per il consumatore ma può rivelarsi un danno nel momento in cui si decide di disdire e passare ad un’altra compagnia assicurativa.
Questa polizza infatti, non essendo obbligatoria come la RCA, non è esclusa dal tacito rinnovo e, anzi, prevede dei tempi di preavviso molto lunghi come per le polizze vita.

Quando si decide di cambiare compagnia, quindi, si potrebbero verificare un po’ di problematiche in quanto il passaggio risulta difficoltoso.
La cosa importante da comprendere è che, poiché le due polizze sono totalmente slegate, per eseguire la disdetta non è sufficiente sospendere la RCA.
Non sono rari infatti i casi nei quali gli assicurati si sono trovati a dover pagare la polizza infortunio anche essendo passati ad un’altra compagnia.

Per disdire bisogna fare una richiesta formale attraverso una raccomandata con un preavviso che solitamente si aggira intorno ai 60 giorni.
Importante quindi effettuare la richiesta in maniera preventiva e non ridursi al giorno stesso del cambio di polizza in quanto tutta la procedura potrebbe richiedere delle tempistiche davvero molto lunghe.

Consigli utili

In conclusione per ciò che riguarda la disdetta polizza infortuni conducente abbiamo capito che si tratta di un tipo di polizza molto particolare la quale assomiglia più ad una polizza sulla vita che non ad una assicurazione auto.

Il consiglio a tal proposito è quello di valutare con attenzione tutto ciò che è indicato nel contratto come i giorni di preavviso per la disdetta o eventualmente il “tacito rinnovo”.

Per assicurazioni sicure e convenienti il consiglio che ti do inoltre è quello di cliccare sul Comparatore Finauto.eu. In questo modo potrai scoprire dove si trova il Finauto Point più vicino a te per trovare l’offerta più adatta alle tue esigenze.

Provalo subito!