L'atto di vendita dell'auto tra privati

Autore: Redazione

L'atto di vendita dell'auto tra privati

Consigli per l'acquisto auto

L’atto di vendita auto tra privati è un documento molto importante. Quando si effettuano queste trattative, bisogna quindi redigere l’atto in maniera corretta.

Indipendentemente che l'auto sia nuova o usata, per scrivere un buon documento, è fondamentale rispettare alcuni punti. In questo articolo parleremo di come scrivere l’atto di vendita auto tra privati in modo corretto e quali sono le informazioni necessarie.

In questo articolo vedremo:

I documenti per vendere l’auto e le pratiche necessarie

Per creare un corretto atto di vendita auto tra privati, sono necessari alcuni documenti. Stiamo parlando de: 

  • l’atto di vendita
  • certificato di proprietà dell’auto in formato cartaceo o digitale
  • carta di circolazione o fotocopia
  • documento di identità dell’acquirente e codice fiscale
  • permesso di soggiorno valido (se l’acquirente è extracomunitario)
  • delega, nel caso in cui la procedura venga realizzata da personale incaricato

Una volta raccolti tutti questi documenti, è necessario presentarli presso uno Sportello Telematico dell’Automobilista, abbinandoli al:

  • modulo NP3C (nota di presentazione al PRA)
  • modulo TT2119 (richiesta di aggiornamento della carta di circolazione)

Come stabilire il giusto prezzo

Al fine di vendere al giusto prezzo, dobbiamo effettuare una corretta valutazione dell'auto. Il consiglio è quello di affidarsi a siti dedicati osservando i seguenti parametri: 

  • motorizzazione
  • anno di produzione
  • km percorsi
  • presenza di optional
  • documentazione di avvenuta manutenzione ordinaria e straordinaria

In questo modo potremo comprendere rapidamente quale sia il prezzo ottimale per vendere la nostra auto. Questo dato è importante anche in fase di contrattazione, per far valere la nostra valutazione dell'auto.

L’atto di vendita auto tra privati e l’autentica delle firme

Come hai potuto notare, il documento più importante è ovviamente l’atto di vendita auto tra privati. Stiamo parlando infatti del documento più importante per poter dormire sonni tranquilli, in quanto attesta l’avvenuta vendita dell’auto. 

In esso possiamo trovare:

  • i dati di identificazione del venditore
  • i dati di identificazione dell’acquirente
  • il prezzo stabilito per l’auto

Un passo fondamentale è l’autentica delle firme di entrambe le parti, venditore ed acquirente. Per tale processo, possiamo recarci presso:

  • Notai
  • Uffici Provinciali dell’ACI che gestiscono il P.R.A.
  • Motorizzazione Civile
  • Uffici del proprio Comune di residenza
  • Studi di consulenza automobilistica che aderiscono allo sportello telematico

Il modo più semplice per scrivere un atto di vendita tra privati è quello di sfruttare il retro del Certificato di Proprietà. In particolare nella sezione C o M (dipende dal tipo di certificato di proprietà) bisogna indicare i dati anagrafici dei due soggetti coinvolti nella trattativa ed i seguenti dati dell'auto:

  • il modello dell’auto
  • la targa
  • il prezzo concordato per la vendita

Particolare attenzione quindi per i contenuti del documento. È infatti importante prestare molta attenzione ed accertarsi che la persona con la quale si sta svolgendo la trattativa indichi con precisione i propri dati.

Un buon atto di vendita auto tra privati, si basa sul corretto inserimento di tutte le informazioni in esso contenuto.

Una delle principali informazioni da inserire è il chilometraggio indicato dal tachimetro. Se non siamo esperti e vogliamo acquistare un’auto, possiamo chiedere ad un nostro amico meccanico di verificare se, a detta sua, sono state apportate modifiche al tachimetro. Può capitare infatti che, per aumentare la valutazione dell’auto, venga manomesso il tachimetro per far diminuire il numero del chilometraggio. Il motivo è semplice: un’auto ha un valore maggiore, se ha un numero di chilometri più basso. 

Qualsiasi auto può essere venduta ad un prezzo maggiore se ha percorso solo 30.000km invece che 90.000km. Attenzione quindi a questo aspetto, in quanto si può incorrere in importanti fregature. 

Inoltre ricorda di controllare che l’auto non presenti alcun tipo di problematica di natura meccanica in modo da essere completamente certo della vettura che stai acquistando.

Altre informazioni importanti sono:

  • il numero del telaio
  • i precedenti proprietari dell’auto
  • i riferimenti del documento di circolazione
  • i riferimenti del documento di proprietà

Il numero del telaio è formato da 17 caratteri ed è una sorta di codice fiscale, ovvero identifica al 100% l’auto. Ogni numero di telaio è collegato ad una ed una sola auto. Non è possibile quindi sbagliare. Se la targa può essere sostituita per mille motivi (re-immatricolazione, immatricolazione in paese estero, ...) il numero del telaio non può essere sostituito, modificato o alterato.
Il numero di telaio oltre ad essere riportato sul libretto di circolazione è anche punzonato nell'auto stessa. Non esiste una posizione dedicata al numero di telaio, generalmente è il costruttore stesso a scegliere dove "marchiare" l'auto.

Il numero ed il nome dei precedenti proprietari permette all’acquirente di avere traccia di tutti i passaggi di proprietà, già avvenuti. Questo aspetto è importante per un discorso di “tracciabilità” generale dell’auto. 

Esistono inoltre altri piccoli dettagli che è bene inserire:

  • la data nella quale avviene il passaggio
  • il luogo nel quale l’operazione sarà svolta
  • i dati del notaio
  • i dati di eventuali testimoni, qualora siano presenti
  • ovviamente la firma di entrambe le parti per la convalida del contratto a tutti gli effetti

In più è importante far sottoscrivere, al proprietario dell’auto, una dichiarazione nella quale afferma che il veicolo è libero da fermi amministrativi.

Il passaggio di proprietà per vendere auto tra privati

Per vendere un’auto, non serve solamente l’atto di vendita auto tra privati, ma serve anche il passaggio di proprietà. 

Stiamo parlando di un atto ufficiale dello Stato Italiano, nel quale si aggiornano i documenti dell’auto. In esso vengono infatti inseriti i dati anagrafici del nuovo proprietario dell’auto. 

Il passaggio di proprietà deve essere fatto dopo aver sottoscritto l’atto di vendita auto tra privati e l'autenticazione del certificato. Attenzione però! Questo documento deve essere realizzato entro 60 giorni dall’atto di vendita auto tra privati. Solo a questo punto, l’acquirente sarà a tutti gli effetti il nuovo proprietario. 

Per compiere il passaggio di proprietà, dobbiamo registrare il contratto di vendita presso il PRA (Pubblico Registro Automobilistico). La tecnologia moderna ci viene in aiuto, in questo caso. Se infatti l’autenticazione è avvenuta in uno sportello telematico automobilistico (STA), il passaggio di proprietà sarà automatico. 

Vendita auto da privato a privato: il pagamento

Per quel che riguarda il momento del pagamento, esistono diversi metodi che possono essere utilizzati. Quello consigliato è però l’assegno circolare. Non appena incassato l’assegno, è possibile effettuare la consegna delle chiavi e dei documenti.

Attenzione alla clausola “Vista e Piaciuta”

Oltre ai dati che abbiamo visto fino ad ora, un consiglio è quello di fare attenzione alla presenza di una determinata clausola. Stiamo parlando della clausola “Vista e Piaciuta”. La sua nomenclatura può già aiutarti a capire di cosa si tratta. 

In parole semplici, tramite questa clausola il venditore afferma che chi acquista ha visto l’auto e accetta gli eventuali difetti che presenta.

Attenzione! Esistono dei casi nei quali essa non ha nessuna valenza. Stiamo parlando ad esempio di quando si verificano i cosiddetti vizi occulti (ovvero quelli appositamente occultati dal venditore). In questi casi il venditore può incorrere in conseguenze anche molto gravi.

Sull’atto di vendita auto tra privati, ricordati di indicare le condizioni dell’auto sottolineando eventuali danni. In questo modo sarà tutto messo nero su bianco e non correrai il rischio di qualche fregatura.

Garanzia auto usata

Per precisare e concludere meglio il discorso, se si acquista un’auto usata da un privato, non è prevista alcuna garanzia. Tale aspetto però non solleva il venditore da comunicare vizi dell’auto e consegnarla nelle condizioni in cui era eventualmente stata promessa.

In ogni caso non dimenticare che per finanziare la tua auto, nuova o usata, puoi utilizzare uno strumento innovativo. Finauto.eu ti permette di confrontare le migliori offerte di finanziamenti auto per acquistare l'auto dei tuoi sogni.

Condividi news su Linked In - Finauto.eu