News
Alimentazione auto usate? Ecco come sceglierla

Alimentazione auto usate? Ecco come sceglierla

07/Febbraio/20
Cerca auto usata a rate con la Cessione del quinto auto su Finauto.eu

Alimentazione auto usata: un costo da prendere in considerazione

Quando si acquista un’auto nuova, usata o km0 si devono fare diverse valutazioni, non ci si può quindi fermare al solo costo del mezzo. Un’auto a benzina, ad esempio, può essere ritenuto un acquisto vantaggioso in base al suo costo. Sia nuove che usate le auto a benzina infatti hanno costi decisamente inferiori rispetto a quelle a diesel, a metano o ibride. Tuttavia, bisogna prendere in considerazione il costo stesso del carburante e il consumo del veicolo. Dal momento che si sceglie di acquistare un’auto con alimentazione diesel, invece, ci troveremo difronte ad una spesa iniziale più elevata, ma costi in carburante decisamente più bassi. Ad ogni modo, ciò che risulta essere fondamentale nella scelta di un’auto con alimentazione diesel o benzina è sicuramente l’utilizzo stesso che viene fatto del veicolo dal conducente. Se acquistiamo un’auto usata di cui faremo un uso sporadico potrebbe essere consigliabile scegliere l’alimentazione a benzina, viceversa un uso costante del veicolo potrebbe farci optare per l’acquisto di un’auto usata con alimentazione diesel.

Cerca auto usata a rate con la Cessione del quinto auto su Finauto.eu

Auto usate con alimentazione GPL o metano

Tra le auto usate che sicuramente risultano avere dei costi di alimentazione più ridotti vi sono i veicoli a GPL o metano. Se guardiamo ai costi, il GPL batte il metano di circa 20 centesimi al litro, tuttavia il metano ha manutenzioni del motore più semplici e la possibilità di essere parcheggiato anche in parcheggi sotterranei con più di un piano interrato (il GPL al contrario si deve fermare al livello -1 e solo se costruito dopo il 2002). L’alimentazione a gas è scelta dagli automobilisti che percorrono molta strada: GPL e Metano sono convenienti se si percorrono almeno 20mila km l’anno. I costi di manutenzione di questa tipologia di auto che siano nuova, usate o km0 sono piuttosto elevati: tagliandi più frequenti, revisione delle bombole ogni 4 o 5 anni e sostituzione delle stesse nel caso del GPL dopo 10 anni.

Auto usate con alimentazione elettrica o ibride

Le auto con alimentazione elettrica stanno vivendo un periodo di grande diffusione, ma proprio per la loro complessità tecnologica i prezzi d’acquisto, purtroppo, non sono ancora per le tasche di tutti. La soluzione può essere proprio quella di scegliere un’auto usata!

Cerca auto usata a rate con la Cessione del quinto auto su Finauto.eu

Quello a cui bisogna prestare attenzione è in primo luogo, la capacità della batteria: una batteria da 24 kWh garantisce un'autonomia compresa tra 80 e 130 chilometri, mentre 40 kWh è adatta per 200-280 chilometri. Altro elemento da prendere in considerazione è la resistenza dell'aria: un'auto aerodinamica come la Hyundai Ioniq Electric può coprire distanze maggiori (circa 200 km a 28 kWh) di una Opel Ampera-E (350 km a 64 kWh). Tuttavia, un’auto elettrica anche se usata richiede molta mena manutenzione di qualsiasi altro veicolo, proprio perché di recente costruzione, le componenti da controllare rispetto ad un’auto usata a combustione sono pneumatici, freni e ammortizzatori.